CWR 154/2023 Materie Prime – Feldspati per grès porcellanato smaltato

CWR 154/2023 Materie Prime – Feldspati per grès porcellanato smaltato

Il mercato della ceramica è uno dei principali business in cui Minerali Industriali opera da sempre; le 3,3 milioni di tonnellate vendute nel 2023 dall’azienda comprendono una vasta gamma di feldspati sodici, sodici-magnesiaci, sodici-potassici e potassici-sodici idonei alla produzione di grès porcellanato smaltato.

Tre i luoghi principali in cui avviene l’attività estrattiva in Piemonte per soddisfare le esigenze dell’industria ceramica italiana: Boca (NO), Verbania (VB) e Brusnengo (BI).

Nella miniera di Boca, in provincia di Novara, si produce la Riolite S1, un feldspato potassico naturale che viene trattato direttamente nell’annesso impianto di frantumazione e vagliatura. Grazie all’elevato contenuto di ossido di potassio e alla completa assenza di carbonati, zolfo e sostanze ossidabili, la Riolite S1 è una scelta ideale per le formulazioni di grès porcellanato smaltato, specialmente per formati spessorati (>20 mm). La mappatura geologica accurata e la costante attività di miscelazione in impianto assicurano la coerenza delle caratteristiche e la qualità del prodotto finito. La recente introduzione del RIO-SF30, nuovo prodotto nato dalla sinergia dei due siti produttivi di Verbania e Boca, testimonia la vocazione all’innovazione che da sempre caratterizza Minerali Industriali. RIO-SF30, in virtù della sua alta fusibilità, si distingue negli impianti destinati ai cicli di cottura rapidi per grès porcellanato smaltato.

L’unità produttiva di Verbania è un baluardo dell’impegno di Minerali Industriali verso l’economia circolare. Qui, attraverso un processo di trattamento minerario che parte dagli “sfridi” della lavorazione di granito bianco Montorfano e rosa Baveno, il Gruppo produce da trent’anni il feldspato potassico-sodico F60-30, che rappresenta il primo esempio pionieristico di valorizzazione dei rifiuti estrattivi. Ottenuto dalla frantumazione, macinazione, essiccazione e separazione magnetica del granito del Lago Maggiore, si tratta di un feldspato ideale per piastrelle smaltate con supporti chiari grazie all’apporto di alcali a basso contenuto di cromofori.

L’attività di Minerali Industriali si estende anche nel Biellese Orientale, a Brusnengo, dove opera Sasil, società interamente controllata dal Gruppo. Sasil è una realtà all’avanguardia nel recupero degli scarti industriali ed è specializzata nella lavorazione di rottami di vetro; ha inoltre miniere di sabbie feldspatiche nei Comuni di Curino e Masserano (BI) dalle quali vengono ottenuti quarzi e feldspati per l’industria del vetro, della ceramica e dei sanitari. In Sasil viene prodotto il Feldspato LC, feldspato potassico estremamente puro e privo di carbonati, zolfo e sostanze ossidabili, attraverso un accurato lavaggio delle sabbie feldspatiche che riduce il contenuto di cromofori.

A fianco della storica attività di estrazione, trattamento e vendita di materie prime nazionali, al fine di offrire al mercato una maggiore gamma di prodotti, Minerali Industriali ha negli anni investito in ricerca geologica e mineraria per individuare le migliori materie prime per ceramica disponibili all’estero, e avviato al contempo un’importante attività di trading per ampliare l’offerta nel mercato nazionale.

Investendo in analisi e laboratori in Turchia, è stata avviata da alcuni anni un’attività di importazione di feldspato sodico-potassico di elevata qualità, come il feldspato B1001, garantendone gli standard qualitativi necessari alle più pregiate produzione ceramiche nazionali.

Grazie dunque alla ricerca e agli investimenti in innovazione, l’azienda si è consolidata come fornitore primario di materie prime per la produzione di grès porcellanato tecnico e smaltato di alta qualità, cercando al contempo di contribuire in maniera significativa, nella gestione dei propri processi, al contenimento degli impatti ambientali e alla circolarità delle proprie produzioni.

Leggi l’articolo online sul Ceramic World Review