Piccole azioni per grandi passi nella sostenibilità industriale

Piccole azioni per grandi passi nella sostenibilità industriale

L’industria moderna sta affrontando sfide senza precedenti per ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività. In questo contesto, anche nella nostra quotidianità, Minerali Industriali ha implementato una serie di best practices, dimostrando un impegno concreto verso un futuro più consapevole e responsabile. 

Tra le molte iniziative, Minerali ha adottato un approccio olistico alla gestione ambientale nei suoi stabilimenti e sedi. Una delle prime attività è stata l’introduzione dell’utilizzo di carta ecologica proveniente da fonti sostenibili, in sostituzione a quella standard, con l’obiettivo di arrivare nel 2026 alla sostituzione in toto, contribuendo in tal modo a ridurre l’impatto sulla deforestazione e a promuovere la conservazione delle risorse naturali. Oltre naturalmente all’impegno di stampare solo quanto strettamente necessario, riutilizzando ove possibile carta già stampata su un lato.

In linea con l’obiettivo di ridurre i rifiuti e promuovere la circolarità, è stato implementato un programma di raccolta differenziata presso ogni ufficio o stabilimento in Italia, portando al riciclo dunque una percentuale significativa dei rifiuti generati nei vari siti. Un’altra iniziativa chiave è stata l’introduzione dell’utilizzo di plastica riciclata, dove possibile, in sostituzione della plastica vergine, soprattutto per materiali di consumo come, ad esempio, i sacchetti porta-campioni nei laboratori. 

Con l’obiettivo ambizioso di eliminare completamente l’uso di plastica per uso personale (progetto “plastic free”), l’azienda ha introdotto anche altre misure, come borracce in vetro riutilizzabili, erogatori di acqua e bicchieri in carta riciclata, riducendo drasticamente la quantità di plastica monouso utilizzata quotidianamente. Essenziale è stato il diretto coinvolgimento dei dipendenti, sensibilizzandoli sull’importanza di queste pratiche, da adottare, se condivise, anche nella propria quotidianità extra lavoro. 

Per ridurre l’impatto ambientale, e ridurre la dipendenza da combustibili fossili, anche sul fronte della mobilità, il Gruppo ha iniziato a introdurre auto elettriche nella propria flotta aziendale. Soprattutto in stabilimenti del gruppo dotati di impianti fotovoltaici. 

In aggiunta, è stato avviato l’utilizzo di camion alimentati da HVO, l’Olio Vegetale Idrotrattato, un carburante a ridottissime emissioni di anidride carbonica in sostituzione al diesel tradizionale.  

Tutte queste iniziative di sono un esempio tangibile di come l’industria possa, anche nelle piccole cose, adottare pratiche sostenibili e coniugare dunque crescita economica con responsabilità ambientale. Con uno sguardo al futuro, promuoviamo tutti una cultura (non solo aziendale) volta a mitigare l’impatto sulla nostra cara Terra.