Rivoluzione verde in Sardegna

Rivoluzione verde in Sardegna

Maffei Sarda Silicati, società del Gruppo Minerali Industriali, che opera in territorio sardo da più di trent’anni fornendo sabbie silicee e feldspatiche destinate ai settori della ceramica e del vetro cavo bianco, sarà protagonista della rivoluzione green della regione con l’aggiudicazione del nuovo progetto per la realizzazione di un impianto per la produzione di idrogeno verde in area industriale dismessa, finanziato con oltre 5 Milioni di € derivanti dai fondi del PNRR (ex Decreto Ministeriale 463/22 che ha destinato 500 milioni di € e previsto 30 impianti in Italia).

 

Un importante progetto che la società realizzerà in un’area del sito estrattivo tra il Comune di Ossi e quello di Florinas, dismessa e ripristinata dal punto di vista ambientale, che prevede l’installazione di un elettrolizzatore della potenza di 1 MW, di una stazione di compressione e stoccaggio dell’idrogeno prodotto, e di una sala polivalente fruibile ai visitatori, che potranno immergersi in vero e proprio viaggio nel mondo dell’idrogeno e approfondire da vicino tematiche fondamentali per la transizione energetica. L’impianto sarà inoltre alimentato da un parco fotovoltaico, asservito all’elettrolizzatore con potenza nominale pari a 1,5 MW.  

L’impianto produrrà idrogeno verde, che derivando da un processo di elettrolisi dell’acqua alimentata da fonti rinnovabili di energia, non emette anidride carbonica, rendendolo una fonte di energia pulita e sostenibile. 

La proposta progettuale prevede una produzione di 44 t/anno a regime di idrogeno verde con possibilità di incremento a 130 t/anno. L’idrogeno verrà prevalentemente impiegato presso il sito produttivo di Maffei Sarda Silicati in autoconsumo e in alternativa al gas naturale utilizzato nel processo produttivo, contribuendo al processo di decarbonizzazione aziendale già in corso ed evitando di immettere in atmosfera un quantitativo annuo di CO2 pari a 314 tons (equivalente alle emissioni medie annue di circa 100 vetture utilitarie). 

Il surplus potrebbe essere destinato ed immesso nella rete gas: Italgas in Sardegna sta realizzando il primo progetto volto a sperimentare l’intera catena del valore dell’idrogeno verde, oppure adibito ad alimentare stazioni di rifornimento per i mezzi. 

Riteniamo che questa costituisca per noi una grande opportunità, data l’esclusione della Sardegna dai corridoi di idrogenodotti che verranno realizzati tra Africa e Italia; se vorremo utilizzare idrogeno puro dovremo fare affidamento a quanto autoprodotto nel nostro territorio.

Federico Fiorelli, Presidente Maffei sarda Silicati. 

Una grande opportunità, e una grande sfida, non solo per Maffei ma anche per il territorio comunale e regionale: i progetti autorizzati in Sardegna in ambito PNRR, sono pochissimi e quelli per la creazione di Hydrogen Valley solo 3 (Porto Torres, Ossi e Carbonia).  

L’idrogeno verde è una delle chiavi per una transizione energetica sostenibile. 

E Maffei Sarda Silicati ed i suoi partner sono pronti a raccoglierne la sfida!