Agire sostenibile nel settore minerario: Ecomondo 2022

Agire sostenibile nel settore minerario: Ecomondo 2022

SUCCESSO PER MINERALI INDUSTRIALI A ECOMONDO 2022

Comunicato Stampa Novembre 2022

 

Tanto interesse e tanta innovazione per la nuova edizione di Ecomondo che si è appena conclusa a Rimini. Un evento di grande importanza per tutto il mercato europeo dedicato all’innovazione tecnologica e industriale dell’economia circolare, dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile, cui Minerali Industriali ha partecipato con uno stand dedicato e con la condivisione della mission green che la contraddistingue.

L’azienda di Novara, riferimento nella fornitura di materie prime per l’industria, in particolare ceramica e vetraria, svolge da sempre la sua attività permeata da un forte credo-sostenibile, identificabile nel rispetto delle norme cogenti in ogni settore, così come nell’implementazione di una serie di azioni finalizzate al rispetto della biodiversità, alla lotta contro i cambiamenti climatici. Numerosi, infatti, sono gli esempi di recupero ambientale che Minerali Industriali ha sostenuto non solo per riedificare le aree oggetto delle proprie attività, ma anche per accrescerne il valore, dimostrando concretamente come sia possibile fare convergere gli interessi di una sana produttività mineraria e quelli di una seria tutela dell’ambiente: una dimostrazione ben riuscita è il ripristino di una miniera attraverso la realizzazione di due parchi, uno per il ripopolamento degli uccelli e uno delle farfalle, effettuato a Masserano, in provincia di Biella.

In questa direzione si inserisce anche la partnership con CasaClima, centro di competenza per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia, sia per le nuove costruzioni che per la riqualificazione di quelle esistenti, riconosciuto in tutto il Paese e sempre più anche a livello internazionale. Insieme a CasaClima, Minerali Industriali concorre a perseguire l’obiettivo di assicurare la qualità dei vari piani di lavoro e di accompagnare un progetto edile dalla A alla Z, mirando a un alto livello di progettazione e di esecuzione.

A sostegno di questo percorso c’è pure la pubblicazione del Bilancio di Sostenibilità, al suo secondo anno di realizzazione per Minerali Industriali e al primo in quanto a Gruppo internazionale: un atto doveroso seppur non obbligatorio per l’azienda che in questo modo ha voluto formalizzare il proprio operato in chiave green per fornire ai propri stakeholder un’informazione completa del proprio impegno.

A Ecomondo l’azienda ha partecipato con grande entusiasmo e soddisfazione per la forte ricettività e per l’attenzione verso le soluzioni che Minerali Industriali è in grado di offrire con i propri servizi e le proprie tecnologie ai differenti settori.

Particolare risalto è stato riservato a Savelpor 50, un prodotto per la bioedilizia assolutamente innovativo e funzionale al sistema di economia circolare realizzato da SASIL, azienda di Brusnengo (BI) interamente controllata da Minerali Industriali. SASIL è attiva sul territorio dal 1975 nel settore minerario e da anni si è specializzata nel recupero degli scarti industriali non pericolosi di diversa provenienza, mettendo a punto innovativi processi di trattamento in ambito di economia circolare.

Con Savelpor 50, il gruppo ha introdotto una vera e propria rivoluzione per il settore edile, offrendo una opportunità estremamente performante e green. Si tratta di una schiuma di vetro ottenuta espandendo a media temperatura (800°C) polvere di vetro che proviene dal recupero del rottame vetroso altrimenti destinato a discarica, opportunamente pretrattato e additivato per ottenere la caratteristica colorazione “grigio chiaro”. Tante le proprietà – isolamento termico, assenza di ponti termici, leggerezza, stabilità, resistenza alla compressione, drenaggio perfetto, protezione antigelo, rapida velocità di posa, smantellamento e riciclo – e tanti i vantaggi: modellamento “tridimensionale”, ignifugo con classe antincendio A1, garante di ambiente abitativo sano, inerte e con pH neutro per una tollerabilità ambientale e sanitaria, nessuna manutenzione.

Ma quello che differenzia Savelpor 50 da quanto già presente sul mercato è il suo essere 100% ecologico, totalmente inerte e riciclabile infinite volte, a favore di risparmio energetico, di una riduzione di emissioni di CO2, del pieno rispetto del clima e delle risorse naturali, con duplice beneficio economico e ambientale.

 

Un forte messaggio verso la sostenibilità edilizia, dunque, a cui si sono affiancate anche le proposte della divisione MIE-Minerali Industriali Engineering, sempre funzionali al tema dell’economia circolare.

Fiore all’occhiello di MIE è l’ultima nata RHP 64, una cilindraia ad alta pressione funzionante con tecnologia a secco, che MIE ha brevettato e immesso sul mercato per dare un valore aggiunto al processo di preparazione delle materie prime per la produzione di piastrelle. La nuova cilindraia, infatti, attua una vera e propria macinazione intergranulare fine grazie alla compressione del materiale con due rulli. Una tecnologia che risulta idonea anche nella macinazione degli scarti ceramici, inevitabili durante il processo di fabbricazione di piastrelle e sanitari. MIE offre un importante contributo progettando e realizzando appositi impianti di recupero per tali rottami, grazie ai quali è possibile ottenere numerosi vantaggi, sia in tema di protezione dell’ambiente che di beneficio economico.

Con la presenza a Ecomondo, Minerali Industriali ha potuto ribadire con orgoglio il proprio know how e la visione di uno sviluppo sempre più sostenibile della propria attività, stimolando un approccio sempre più positivo e proattivo verso il settore minerario, nel pieno rispetto della sicurezza, dell’ambiente e della qualità.