Minerali, Ambiente e Biodiversità

Minerali, Ambiente e Biodiversità

Per il Gruppo Minerali Industriali la tutela del paesaggio, il rispetto, la valorizzazione e la conservazione della natura sono priorità aziendali.

La filosofia adottata dal Gruppo è quella di  restituire all’ambiente le caratteristiche che aveva prima dello sfruttamento,  se non addirittura di migliorarlo.

In passato, purtroppo, non si dava importanza al recupero ambientale delle aree estrattive dismesse, questo ha lasciato profonde ferite nel paesaggio che la natura non è riuscita a sanare completamente.

Era necessaria l’opera mirata dell’uomo, volta a trasformare i vecchi poli minerari in aree rinaturalizzate.

Proprio questo è stato l’obiettivo su cui ha lavorato il Gruppo Minerali Industriali avvalendosi della collaborazione di persone altamente qualificate.

Il lavoro realizzato attraverso i vari piani di recupero ha dimostrato concretamente la compatibilità tra produzione e tutela dell’ambiente.

Per la nostra società moderna l’estrazione dei minerali è di vitale importanza, ma non meno lo è la salvaguardia ed il rispetto della natura.

I lavori di restauro altamente specializzati del Gruppo Minerali Industriali dimostrano che è possibile appropriarsi di queste materie prime e allo stesso tempo pagare il debito con l’ambiente, restituendogli quelle caratteristiche funzionali alla conservazione della vita.

 

 

Gestione della biodiversità

Se è vero che l’attività di cava può perturbare momentaneamente la vita di faunaflora  selvatiche,  è anche vero che, se correttamente gestita durante le fasi di recupero, può avere effetti positivi , offrendo un contributo attivo alla conservazione della biodiversità.

Il Gruppo Minerali Industriali si è impegnato in una strategia di recupero affinché l’ecosistema danneggiato dagli scavi potesse riprendere vita, prestando attenzione a tutti gli aspetti utili a ricreare un ambiente adatto al naturale insediamento di specie in pericolo.

 

L’impegno finanziario del Gruppo Minerali Industriali unito alla collaborazione di Lucio Bordignon, ornitologo, esperto di natura e dal 2011 coordinatore dei ripristini ambientali in ex-miniere del Gruppo, ha permesso il raggiungimento degli obiettivi prefissati, gli stessi celebrati nella Giornata Mondiale della Biodiversità : un giorno istituito per ricordare l’importanza di salvaguardare la ricchezza delle specie viventi e che, quest’anno, è stato dedicato allo sviluppo sostenibile.

Siamo parte della soluzione è il filo conduttore del 2021: “Dalle soluzioni basate sulla natura al clima, alla salute, alla sicurezza idrica e alimentare, fino ai mezzi di sostentamento sostenibili, la biodiversità ci offre le fondamenta sulle quali possiamo ricostruire un futuro migliore” (ONU).

L’augurio del Gruppo è che la sua esperienza possa essere di stimolo ad altre realtà ad intraprendere una via di sfruttamento minerario eco-compatibile, che restituisca alla natura sfruttata bellezza e vitalità.

 

Progetti Natura nelle aree minerarie è un breve documentario che racconta l’attività di ripristino e coordinamento di Lucio Bordignon su ex siti estrattivi del Gruppo Minerali.

Si vuole evidenziare che dietro a ciò che si vede visitando i ripristini c’è un grosso sforzo intellettivo e organizzativo per far sì che dove vi era uno scavo o una parete spoglia vi possa nascere una comunità vegetale e animale, non solo autonoma e compatibile col territorio circostante, ma anche utile alla conservazione della biodiversità.

_______________

 

Sulle attività di ripristino svolte per il Gruppo, Lucio Bordignon ha scritto:

Dalla Sabbia al Cielo

Dalla Sabbia al Colore

Ripristino Monte Mamas

Le Miniere Che Vivono

 

Per approfondire l’argomento, visita:

https://www.mineraliindustriali.it/ambiente-e-sviluppo-sostenibile/

https://sasil-life.com/ripristini-ambientali/